network professionale retestudi

Consulenza

Per i nostri Clienti, il centro dei nostri obiettivi

Continua...

Soluzioni cloud

Per i nostri Clienti, oltre la tradizionale consulenza.

Continua...

Competenze digitali

Per i nostri Clienti, un cammino verso l'evoluzione.

Continua...

Formazione

Per i nostri Clienti, saper condividere la conoscenza.

Continua...

Il "Nuovo Commercialista"

La professione del commercialista è da alcuni anni entrata in una fase di decadenza che la crisi economica ha ulteriormente velocizzato.

Molti professionisti si chiedono se in futuro avranno ancora la possibilità di fare ciò che hanno fatto fino ad oggi. In un mondo totalmente cambiato la risposta non può che essere negativa; anzi, sicuramente il futuro poco avrà a che fare con il passato e il presente. Quindi sarà difficile da prevedere in base alle esperienze perchè sarà qualcosa che "non c'è mai stato".

I professionisti devono quindi fare un vero e proprio salto nell'ignoto dotandosi, per non fallire, di una rinnovata creatività perchè l'attuale modo di lavorare morirà definitivamente.

Il Nuovo Commercialista sarà quello che saprà supportare le nuove esigenze dell'azienda: innovazione, organizzazione, rapporti banca-impresa, digitalizzazione amministrativa, web marketing, internazionalizzazione, passaggio generazionale, gestione del patrimonio aziendale, ecc.

Tanti sono gli specialisti di queste singole discipline ma spesse le PMI non riescono ad individuarli, selezionarli e coordinarli nella definizione di un progetto di successo. Diventa quindi centrale il ruolo della formazione aziendale posseduta dal commercialista che gli consente quegli strumenti di integrazione di saperi che, se pur diversi, rientrano sempre nel proprio perimetro d'azione che è l'azienda.

Il network professionale, ovvero una rete di competenze, è l'unica via che consentirà ai commercialisti di evolvere in un sistema di relazioni dinamico, facilmente ampliabile a discipline diverse e, soprattutto, non condizionato all'impiego di notevoli investimenti per costose infrastrutture oggi non più proponibili.